Juventus, gente distratta

Non basta giocare meno peggio per vincere big match importanti, contro il Milan, Juventus distratta dal proprio spessore

Juventus

Juventus, Allegri cerca soluzioni

Non sarà mai troppo, lo ripeto, perché ribadire un concetto aiuta a fissarlo meglio in testa, la Juventus non è assolutamente la più forte del campionato, non lo è fino a quando non dimostrerà sul campo, attraverso gioco e risultati, di esserlo. Stiamo facendo l’errore, noi tifosi per primi, che per anni ha portato tifoserie delle altre squadre ad essere oggetto di scherno, sentirsi forti a prescindere, il campionato vinto sulla carta.

Una buona Juventus, non trascendentale ma sicuramente migliore rispetto a tante altre,  che pure avevano portato a casa la vittoria, esce sconfitta da San Siro contro un modesto, povero Milan. Il dato più allarmante, a mio modo di vedere è proprio questo, aver perso contro undici volenterosi giocatori ed un allenatore, che aveva disposto la sua squadra più per difendere che per offendere. Per carità, sul piatto della bilancia è buona regola mettere tutto, il nostro dispendio fisico e mentale del turno Champions, la loro freschezza atletica ma, al netto di ciò, resta il fatto che per vincere match del genere,  manca quel quid che fa la differenza per noi e che colma la differenza contro di noi per gli altri.

Il Milan, di certo, non ha vinto da grande squadra, quella rossonera è la vittoria di chi, riconoscendo la propria inferiorità, si gioca il piatto con altre carte e gli riesce il trucco. Polli noi, senza dubbio. Andare lì, tenere il pallone per quasi trequarti della durata dell’incontro, prenderli a pallonate da ogni posizione del campo e, anche se nello specchio la metti poco, impensierire il loro portiere come mai loro fanno con Buffon, in più, fai un goal valido, facile facile da vedere ma te lo annullano che, fosse successo a parti invertite, Muntari sarebbe tornato rossonero osannato come Van Basten.

Insomma, fai la partita praticamente da sola, e torni a casa con zero punti, punita da un pischello, lasciato entrare in area perché tanto da lì, impossibile far goal al nostro disumano numero uno. Se non fosse distrazione questa, la chiamerei incapacità ma siccome conosco il valore dei nostri difendenti, propendo per la prima.

Ecco, una squadra che si candida ad essere la migliore Juventus del quinquennio, una classica come Milan-Juve, con i padroni di casa ridotti ai minimi termini storici, non lascia punti a San Siro, mai. Per questo dico che, tifosi in testa, sarebbe il caso di cancellare il luogo comune che vuole che noi si sia già ammazzato questo campionato, già vinta la Coppa Italia e altre cavolate del genere, un bel rigo e si ricomincia con massima grinta su ogni pallone, corsa e attenzione fino al 95° di ogni gara, sennò, quel quid che faceva la differenza per noi, lo vedremo sempre negli altri con le conseguenze che sappiamo.

Juventus, gente distrattaultima modifica: 2016-10-24T12:44:11+00:00da rickyapple
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento