Juve sorpasso sul Milan, terza vittoria consecutiva

La terza vittoria consecutiva permette alla Juve sorpasso sul Milan, bianconeri concreti e decisivi con Dybala

Juve sorpasso

Juve sorpasso

Juve sorpasso e scalata che continua nel segno di Dybala ma anche di Pogba e Alex Sandro. Al termine di una gara più tattica che tecnica, i bianconeri si lasciano alle spalle un Milan venuto allo Stadium solo per difendersi, rinunciatario e mortificato dal proprio atteggiamento nel gioco offensivo. Importante per i campioni d’Italia era soprattutto vincere, mettere in cassa i tre punti, scavalcare i rossoneri in classifica e puntare decisamente al match di mercoledì contro il Manchester City. Missione compiuta e, poco importa, se gli esteti hanno avuto da ridire sul poco spettacolo ammirato. Per giocare bene bisogna essere in due e, in una metà campo come quella degli ospiti, presidiata dagli undici di Mihajlović perfino con il cecchino Bacca, non è che gli spazi fossero così invitanti per giocate ad effetto. I tifosi juventini, lo sappiamo, sono oramai divisi su Allegri, c’è chi lo sostiene come andrebbe sostenuto qualsiasi tesserato bianconero e chi invece, arriva perfino ad augurarsi la sconfitta della Juve pur di vedere cacciato l’allenatore dell’ultimo Double. A Max, i detrattori, ieri hanno imputato:

  • Formazione iniziale errata con Evrà e Hernanes
  • Utilizzo di Mandzukic al posto di Morata
  • Poco movimento degli uomini senza palla
  • Poca fisicità dei ragazzi

Da parte nostra la vediamo differentemente.

  • Allegri ha messo inizialmente Evrà perché le prestazioni del francese in questo inizio di campionato davano garanzie più che sufficienti. Il dolore alla caviglia, causato da una distorsione non poteva certo essere messo in preventivo.
  • Mandzukic è più disciplinato tatticamente di Morata e se chiedi a Dybala di muoversi tra le linee, un centravanti puro bisogna che lo tieni in campo.
  • Hernanes nell’impostazione tattica del match, con Pereyra infortunato, era l’unico a poter ricoprire quel ruolo che garantiva alla Juve un uomo in più a centrocampo.
  • Il poco movimento degli uomini senza palla è stato più dovuto all’intasamento degli spazi nella propria metà campo da parte dei giocatori del Milan, muoversi quando ogni linea di passaggio è chiusa è molto complicato.
  • Sulla fisicità c’è poco da dire, la Juventus è arrivata a fine gara con sufficienti energie.

Tra le note positive c’è quella di aver rischiato ancora una volta praticamente zero, non aver subito goal e aver gestito in tutta sicurezza il match per l’intera durata.

Juve sorpasso sul Milan, terza vittoria consecutivaultima modifica: 2015-11-22T13:01:52+00:00da rickyapple
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento